Inserito in: Approfondimenti
25/11/2013

Poker: sport o gioco?

Autore: Tullio Malerba

Negli ultimi anni il casino e il poker hanno conosciuto uno sviluppo mai visto prima. I giochi di azzardo, grazie alle potenzialità del web e alle recenti regolamentazioni del settore (messe in atto dall'AAMS), sono diventati infatti una realtà accessibile a tutti. La storia del poker è molto lunga ma solo di recente questo gioco è  diventato più “democratico”; visto il grande successo di questi anni in molti però si chiedono se il poker si possa considerare uno sport.

Apparentemente infatti sono molte le caratteristiche che lo rendono del tutto simile agli sport classici: c'è infatti la tattica, la competizione, ma anche una certa percentuale di casualità che rende il tutto più avvincente. Considerando questi aspetti si potrebbe considerare il poker, nonostante le sue particolarità, come un vero e proprio sport; in realtà bisogna tenere conto del fatto che due peculiarità lo rendono qualcosa di diverso un'attività sportiva: ovvero il caso e l'azzardo. Ciò che in effetti rende il poker differente dagli altri sport è il fatto che non vinca il più bravo ma semplicemente chi guadagna di più: in questo modo non viene premiata la capacità e la bravura del giocatore ma piuttosto la sua abilità nell'incassare denaro.
 
In realtà in molti contestano questa affermazione e fanno notare come nel poker l'abilità sia fondamentale e come anche negli sport cosiddetti tradizionali i soldi non manchino (basta pensare al calcio in Italia, oppure al Basket negli Stati Uniti). Tra i difensori più famosi di questa teoria c'è Mario adinolfi che, l'anno scorso, è intervenuto in parlamento per difendere il movimento pokersitico. Mario Adinolfi, che, oltre ad essere un politico è anche è anche un discreto giocatore di poker, ha cercato di far capire ai suoi colleghi parlamentare che il poker è un gioco di abilità e non un gioco d'azzardo come ad esempio le slot machine on line e i gratta e vinci. Adinolfi non è l'unico a sostenere questa tesi e non a caso infatti, di recente è nata una variante del poker denominata “poker sportivo”. Si tratta di una versione basata sui tornei: l'obiettivo di questa variante è ovviamente quello di guadagnare un riconoscimento ufficiale del poker come disciplina sportiva a tutti gli effetti.
 
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza